Feeds:
Articoli
Commenti

Bella trovata!

Il sito Vinciunipod pubblica dei concorsi gratuiti per partecipare all’estrazione di fantastici Ipod Apple. Una possibilità su 45.

Funziona così: l’utente si iscrive al sito e accede a una pagina in cui trova le istruzioni per partecipare al concorso. Si tratta, in breve, di cliccare su un banner pubblicitario ed effettuare una registrazione gratuita a un sito terzo.

Fatte le dovute operazioni, all’utente vengono assegnati entro 24 ore due numeri. Quando il sito raggiunge 45 nuovi utenti (quindi vengono assegnati numeri da 1 a 90), l’amministratore contatta ciascuno di essi avvisandoli del giorno in cui verrà effettuata l’estrazione. Vince l’Ipod l’utente che possiede il primo estratto sulla ruota nazionale.

Bella trovata, dicevo prima, perché l’amministratore del sito guadagna qualche soldino facendosi pubblicità, e con una parte dei ricavi mette in palio uno degli oggetti più appetibili attualmente sul mercato!

Io ho partecipato al I concorso, ma m’è andata male (mi erano stati assegnati il 53 e il 54, ma è uscito il numero 27!). Ora siamo al II concorso, e in premio c’è un Ipod Nano da 4Gb…

Aggiorno all’articolo sul “perché la tecnica croce non funziona” con un’altra considerazione che sto valutando in questi giorni. Essendomi iscritto a diversi casino ho notato una cosa: tutti i casino on-line, o perlomeno quelli che ho indicato nel mio articolo, sono dotati dello stesso motore di gioco; ciò significa che uno vale l’altro. Ebbene, ogni volta che effettuo un deposito su un casino nuovo e impiego la tecnica da me perfezionata, il primo giorno riesco arrivare a circa 500-600 euro in attivo. Puntualmente, il giorno successivo perdo tutto. Ciò che conviene fare, pertanto, è:
1) aprire un conto Moneybookers (se non lo si ha ancora); facendo un deposito con questo sito puoi dopo ritirare tranquillamente;
2) registrare un nuovo account in uno dei casino elencati nel mio articolo;
3) depositare 10-20 euro e cominciare a giocare;
4) cercare di accumulare quanto più è possibile in una giornata (senza però andare troppo pesante con l’azzardo, sennò si perde);
5) non giocare per un mese o più a quel casinò;
6) aprire un nuovo account in un nuovo casino (sempre di quelli in lista), e via dicendo.

in questo modo, a me è andata bene per 5 casino su 7, quindi ho accumulato poco più di 2000 euro depositandone poco più di 100. Ora lascio passare un mesetto e poi torno a giocare, incrociando le dita.
Questa è la lista dei casino. Basta cliccarci sopra e registrarsi.

Libro mediocre in cui un intervistatore compiacente e un intervistato saccente presumono di sapere a chi e a cosa sono da addebitare i “mali” del cinema italiano.
Per risollevarlo dalla “crisi”, i giovani cinesti italiani dovrebbero cersecere a “pane e Muccino” (in alternativa,a “pane e Ozpetek”) e gettare nella pattumiera gli indigesti “autori” che lo hanno affossato, molti dei quali neppure meritano menzione.
Il cinema dovrebbe somigliare sempre più a un industria che osserva la bieca religione del mercato, perché conta più riuscire a compiacere l’occasionale natalizio che il cinephile.
Ma allora, se questo deve essere il cinema, allora io odio il cinema.

Aggiornamento: vincere alla roulette 2000 euro circa. Clicca qui per visualizzare l’articolo.

NOTA: Il seguente articolo ha problemi di visualizzazione. Scaricare questo file word per leggerlo correttamente.

Esistono vari siti che promettono guadagni facili con il gioco della roulette nei CASINO ON-LINE.

Uno di questi è arricchirsi.com, in cui un fantomatico ingegnere (sedicente realizzatore dei software di molti sistemi di lotterie) rende pubblico un sistema ad alta affidabilità per sbancare le roulette dei casino, ottenendo guadagni medi pari a 200€ al giorno.

La “tecnica” consigliata in questi siti funziona in questo modo:

1. Metti la puntata minima sul Rosso;

A questo punto possono verificarsi 3 casi:

2(a). ESCE ROSSO. [Hai vinto! Quindi metti la puntata minima sul Nero.]

2(b). ESCE NERO. [Hai perso… Quindi raddoppia la puntata sul Rosso.]

2(c). ESCE lo 0. [Hai perso…perché lo zero va considerato il colore opposto alla puntata che si sta facendo. Quindi raddoppia la puntata sul Rosso.]

Supponiamo che esca ancora Nero, dobbiamo puntare il doppio ogni volta fino a che non esce Rosso.

Riassumendo:

1. Punta su un colore la puntata minima;

2. Se vinci, punta sull’altro sempre la puntata minima;

3. Se perdi, gioca al raddoppio sullo stesso finché non esce.

Niente di più semplice, vero?

A sentire l’ingegnere, il segreto è semplice:

Il motore statistico non può far uscire consecutivamente a lungo uno stesso colore […]”.

Bene! Dunque, non resta che provare…

Io ho provato, e riporto di seguito la mia esperienza:

Faccio un deposito di 20€ su uno dei siti di casinò on-line indicati da Croce;

Ottengo un bonus di 105€ (quindi la mia cassa vanta 125€! Penso: “Bella somma per cominciare!”);

Comincio a giocare con puntate da 1€.

Le cose vanno per il verso giusto, in poche decine di minuti mi ritrovo con in cassa più di 300€!

E allora penso: “Incredibile! Funziona davvero!”

Quindi continuo:

Decido di giocare con puntate più basse (da 0,20€), perché durante il gioco mi rendo conto del rischio che una eventuale ripetizione di 8 numeri dello stesso colore possa farmi perdere tutto in un istante (ovvero: 1+2+4+8+16+32+64+128= 255€ persi!). Se ciò accadesse, rimarrei con una cinquantina d’euro e non potrei più raddoppiare…

Ed eccomi alla svolta: durante il gioco, mi è capitato in un caso di assistere addirittura a 16 ripetizioni!

Ovviamente ho perso tutto…

Allora ho riaccreditato altri 20€, consapevole di essere stato un po’ troppo spregiudicato e anche un po’ sfortunato.

Neanche a dirlo, arrivo a quota 250€ e poi perdo tutto di nuovo a causa di una serie sfortunata.

Quindi mi decido a fare un’analisi a freddo del sistema, per cercare di capire se esiste un margine di modifica che consenta di eliminare quel rischio sporadico (ma che a forza di giocare, puntualmente si presenta!) che mi fa perdere ogni volta qualsiasi somma sia riuscito ad accumulare in cassa.

E quindi, dopo settimane di ragionamenti e calcoli, ho messo a punto delle varianti sul sistema che consentono di minimizzare notevolmente i rischi, seppur riducendo di poco i guadagni.

Lo sto testando personalmente da 20 giorni, e devo dire che al momento funziona, non dà alcun segno di cedimento. Il mio attivo dopo quella data è di 370€ circa.

1. ANALISI APPROFONDITA DELLA “TECNICA CROCE” E “CASH GENERATION PRO”

La “tecnica Croce” è stata descritta nel paragrafo precedente, ma a chi non fosse sufficientemente chiara basta andare su arricchirsi.com o su it.cashgenerationpro.com dove troverete degli esempi interattivi.

La “tecnica Croce” prevede, innanzitutto, l’installazione di uno dei seguenti software per giocare alla roulette on-line:

Casino Tropez

Casino Del Rio

Vegas Red

Craps

Casino Bellini

Cameo Casino

Europa Casino

e molti altri…

Ciascuno di questi casino vi permette di giocare senza soldi reali. Questa “modalità di pratica” [immagine 1] vi consente di testare il sistema che vi è stato suggerito senza rischiare alcunché.

Per giocare in questa modalità è necessaria una registrazione veloce e gratuita.

Per selezionare il gioco, scorrere il menu in questo modo: TAVOLI > ROULETTE SINGOLO > GIOCATORE SINGOLO .

Quando ne hai avuto abbastanza di sperimentare la tecnica con soldi finti (aggiungo io, “tecnica che non può fallire in 5 minuti di prove dal momento che hai a disposizione una cassa di ben 3000€ virtuali!”), puoi passare a giocare con soldi veri.

Quando ti senti sicuro di provare con soldi veri, ti basta cliccare su GIOCO REALE: ti verrà domandato come vuoi versare (esistono varie modalità per l’accredito, dalla postepay a moneybookers).

Ciascuno di questi casino offre un bonus per i nuovi iscritti, che è variabile. Per un versamento di 20€ (è il minimo che puoi versare) ti possono corrispondere un bonus dai 30€ ai 120€ circa. Dipende da cosa offre ciascuno di questi siti.

NOTA: Ricorda che se decidi di fare un prelievo a tuo favore dalla cassa del casino, i bonus vengono automaticamente annullati. In linea di massima conviene prelevare solo quando hai raggiunto un bel gruzzoletto.

Ora sei pronto a giocare: la “tecnica Croce” consiglia di partire con puntate da 0,1€.

Facciamo un esempio:

In cassa disponi di 100€. Cosa può succedere, giocando 0,1€, affinché tu possa perdere tutto?

L’ultimo numero uscito è NERO;

Quindi cominci puntando 0,1 su ROSSO, ma esce ancora NERO; [vai sotto di 0,1 cent.]

Punti 0,2 su ROSSO, ma esce ancora NERO; [vai sotto di 0,3 cent.]

Punti 0,4 su ROSSO, ma esce ancora NERO; [vai sotto di 0,7 cent.]

Punti 0,8 su ROSSO, ma esce ancora NERO; [vai sotto di 1,5 cent.]

Punti 1,6 su ROSSO, ma esce ancora NERO; [vai sotto di 3,1 cent.]

Punti 3,2 su ROSSO, ma esce ancora NERO; [vai sotto di 6,3 cent.]

Punti 6,4 su ROSSO, ma esce ancora NERO; [vai sotto di 12,7 cent.]

Punti 12,8 su ROSSO, ma esce ancora NERO; [vai sotto di 25,5 cent.]

Punti 25,6 su ROSSO, ma esce ancora NERO; [vai sotto di 51,1 cent.]

Dunque, cos’è successo? In cassa sono rimasti 48,9€ (100€ – 51,1€ = 48,9€), non più sufficienti per giocare un ulteriore raddoppio, che dovrebbe corrispondere in questo caso a 51,6€.

Sono bastate 10 ripetizioni dello stesso colore (NERO) a farti perdere il controllo del sistema in meno di un minuto. In base alla mia esperienza, 10 ripetizioni non sono poi così tante: una volta m’è capitato di assistere addirittura a 16 numeri di fila dello stesso colore!

Ma non ti perdi d’animo, e riparti dai 48,9€ che sono rimasti in cassa. Questa volta però, sono sufficienti 9 ripetizioni a farti crollare. Nel caso in cui si verificasse (e si verifica spesso!), resteresti con 23,4€ (48,9€ – 25,5€ = 23,4€).

Così sempre più in basso, finché non perdi tutto.

SOLUZIONI?

Una possibile soluzione sarebbe l’aver a disposizione un fondo cassa decisamente più cospicuo. Ma lasciando il fatto che io personalmente non farei mai un investimento superiore ai 500€ per giocare contro una macchina, cosa garantisce che le ripetizioni di uno stesso colore non possano essere 20, 30, 40, ecc?

Un mio professore di statistica era abituato a fare un giochetto, all’inizio del corso proponeva a noi studenti una scommessa teorica e diceva: “Se lancio una monetina assolutamente non truccata 200 volte in aria e per tutte le volte esce testa quante probabilità ci sono che esca croce al 201esimo lancio ?”.

Tutti si mettevano a fare congetture più o meno strampalate lui interrompeva tutti e diceva: “Vi dico io qual è il risultato! 49,9% di probabilità che esca croce e 49,9% di probabilità che esca testa, ma voi sapete dirmi perché?”.

Tutti muti ed assorti e lui incalzante: “Semplice: ogni volta che io lancio la moneta le probabilità sono le stesse perché la moneta non ha memoria e non si ricorda quante volte prima è caduta da un lato o dall’altro”.

Tutti ammutoliti ad ascoltare ed a ragionarci sopra fino a che il più veloce di tutti non diceva: “Ma professore, e il rimanente 0,2%?”. E lui: “Semplice la moneta ha uno spessore, e c’è una piccola percentuale di probabilità che resti in piedi”.
Questo aneddoto per farvi capire che se esce 10 volte il rosso non è prevedibile l’uscita del prossimo colore ma ci sarà circa il 48,65% di probabilità per il nero 48,65% di probabilità per il rosso e, guarda caso, il 2,70% per lo zero.

Ma quest’aneddoto ci fa capire una cosa: la nostra soluzione può risiedere proprio nel fatto che noi stiamo giocando contro una macchina, e non a una roulette reale.

Mi spiego meglio: vero è che nella realtà uno stesso colore può uscire un numero infinito di volte di fila (almeno in linea teorica, perché se ciò accadesse davvero dovremmo gettare nell’immondizia qualsiasi manuale di statistica), ma in questo caso abbiamo a che fare con una “macchina”, un software programmato appositamente su sistemi di statistica, e questo ci può aiutare di parecchio e poi vedremo meglio perché.

Ma andiamo un attimo ad analizzare un’altra questione contestuale: esiste un sito chiamato CASH GENERATION PRO che offre una tecnica analoga a quella “Croce”, da loro denominata “DOUBLE CASH CONVERT”.

Si tratta della stessa e identica tecnica, se non fosse che a un certo punto della pagina viene riportata una notizia che ha suscitato in me un certo interesse. Cito testualmente:

“Abbiamo notato che in certe ore del giorno, i casinò cercano di limitare la travolgente e implacabile tecnica DOUBLE CASH CONVERT, e per questo CONTROLLANO le giocate in modo da evitare che si succedano numeri di colore uguale e evitare quindi il successo della nostra tecnica. Come abbiamo precedentemente segnalato, questo è praticamente impossibile che avvenga, può accadere solo per pochi minuti, dato che al gioco partecipano milioni di persone al giorno, il cui gioco viene indirettamente pregiudicato senza motivo. […] ci siamo impegnati a controllare che tutti i casinò che controlliamo non utilizzino questo meccanismo di controllo, in nessun momento del gioco. […]”

Dunque, esiste un MECCANISMO DI DIFESA!

Beh, questo poteva essere in parte prevedibile. Ma allora quali sono i casino sprovvisti del meccanismo di controllo? Nella stessa pagina è riportato un elenco con 6 casinò che non sarebbero in grado di difendersi contro la tecnica DOUBLE CASH CONVERT. Secondo le analisi statistiche di CASH GENERATION PRO, è impossibile che si possano verificare 12 ripetizioni come qualche utente ha segnalato.

Ma udite udite: vi ricordate delle 16 ripetizioni di cui ho parlato all’inizio della guida a cui mi è capitato di assistere? Ciò è avvenuto proprio su uno dei 6 casinò consigliati da CASH GENERATION PRO!

2. VERSO UN NUOVO SISTEMA


La rivelazione del meccanismo di difesa ha costituito uno spunto di riflessione, che mi ha consentito di ideare un nuovo sistema, che ho chiamato “della RIPETIZIONE ALTERNATA”.

L’idea si basa sull’opportunità di sfruttare questo meccanismo difensivo a proprio vantaggio.

Se accade spesso che si verificano lunghe ripetizioni dello stesso colore per scoraggiare il gioco DOUBLE CASH basato sulla ripetizione insistita dello stesso colore affinché prima o poi esca, per aggirare il meccanismo basta utilizzare la strategia opposta, ovvero un gioco DOUBLE CASH basato su puntate che alternino i 2 colori costantemente.

Per essere più chiari: a prescindere che si perda o si vinca in ciascuna delle puntate, ciò che si deve fare è puntare una volta su un colore e una volta sull’altro, sempre e costantemente, che si perda o si vinca. Semplice quanto efficace.

La “tecnica della RIPETIZIONE ALTERNATA” funziona in questo modo:

1. Metti la puntata minima sul Rosso;

A questo punto possono verificarsi 3 casi:

2(a). ESCE ROSSO. [Hai vinto! Quindi metti la puntata minima sul Nero.]

2(b). ESCE NERO. [Hai perso… Quindi raddoppia la puntata sul Nero.]

2(c). ESCE lo 0. [Hai perso…perché lo zero va considerato il colore opposto alla puntata che si sta facendo. Quindi raddoppia la puntata sul Nero.]

Che esca ancora Rosso, Nero o lo zero dobbiamo puntare cambiando sempre la giocata che si è fatta prima, raddoppiando solo quando si perde.

Qual è il vantaggio di questa tecnica?

La RIPETIZONE ALTERNATA ci fa vincere:

1) quando si verifica una ripetizione alternata e la nostra giocata si incastra in essa (100% di puntate vinte, almeno finché dura).

Es:

gioco R esce R,

gioco N esce N,

gioco R esce R,

gioco N esce N,

ecc.

2) quando si verifica una ripetizione dello stesso colore (50% di puntate vinte, almeno finché dura).

Es:

gioco R esce R,

gioco N esce R,

gioco R esce R,

gioco N esce R,

ecc.

Mentre ci fa perdere solo nel caso in cui si verifica una ripetizione alternata in cui la nostra giocata non si incastra.

Es:

gioco R esce N,

gioco N esce R,

gioco R esce N,

gioco N esce R,

ecc.

La TECNICA CROCE, invece, ci fa vincere:

1) quando si verifica una ripetizione alternata e la nostra giocata si incastra in essa (100% di puntate vinte, almeno finché dura).

Es:

gioco R esce R,

gioco N esce N,

gioco R esce R,

gioco N esce N,

ecc.

2) o comunque, con più fatica, purché non si verifichino ripetizioni troppo lunghe.

Mentre fa perdere quando si verifica una ripetizione dello stesso colore.

Es:

gioco N esce R,

gioco N esce R,

gioco N esce R,

gioco N esce R,

ecc.

Ma la cosa che conta, e che ho valutato empiricamente, è che statisticamente non mi è ancora capitato di vedere più di 10 “ripetizioni alternate” (favorevoli o sfavorevoli), mentre capita spesso di incontrare anche 12 ripetizioni dello stesso colore.

Quest’osservazione conferma un dato di fondo: per vincere bisogna adottare la STRATEGIA INVERSA a quella tradizionale, soprattutto nei casinò muniti del suddetto meccanismo di controllo.

3. MINIMIZZARE I RISCHI

E’ ovvio che anche con questo sistema non siamo ancora del tutto a riparo dai rischi.

Nulla vieta che si possano verificare 30 ripetizioni alternate che ci facciano perdere tutto ciò che abbiamo faticato facendo nottate davanti al PC.

E allora bisogna trovare un modo per minimizzare i rischi, arginandoli entro determinate soglie di deficit che potremmo subire.

Proprio perché solo in rarissimi casi si può verificare un numero di 12 ripetizioni alternate (secondo una mia stima dovrebbe essere “tecnicamente” impossibile), bisogna cominciare a ragionare a partire da questo dato.

Consideriamo innanzitutto 10 ripetizioni alternate: è il massimo di ripetizioni che abbia visto in 20 giorni di analisi (è capitato 2 volte, e in uno dei due casi la mia giocata era incastrata su essa, per cui ho vinto 1€ di fila con puntate da 0,1€ – non tutti i mali vengono per nuocere! – );

Concediamoci come margine di errore quello delle 11 ripetizioni alternate;

Che si verifichino 12 o più ripetizioni alternate, lo considero “quasi” impossibile.

Questo dato ci è utile a farci capire quanto possiamo perdere in una giornata. Parlo di “giornata”, ma va bene anche “tornata”. Ciò che ci interessa è la suddivisione delle giocate in obbiettivi, in tappe da raggiungere. Solo in questo modo è possibile arginare i rischi di un evento seppur raro e metterci al riparo da un caso sfortunato che rischia di intaccare il patrimonio accumulato fino a quel momento.

Prendiamo il caso di puntate da 0,1€:

NOTA alla tabella:

La voce “TOT perdite” equivale a “quanto si va sotto” al verificarsi di un certo numero di ripetizioni (es.: se si è verificata la quinta ripetizione, stiamo sotto in quel momento di 3,1€, quindi andiamo a puntare 3,2€ per ottenere il nostro ambito 0,1€).

RIPETIZIONI

puntate

TOT perdite

1

0,1€

0,1€

2

0,2€

0,3€

3

0,4€

0,7€

4

0,8€

1,5€

5

1,6€

3,1€

6

3,2€

6,3€

7

6,4€

12,7€

8

12,8€

25,5€

9

25,6€

MAX da me visto

51,1€

10

51,2€

Ancora POSSIBILE

102,3€

11

102,4€

204,7€

12

204,8€

“Quasi” IMPOSSIBILE

409,5€

13

409,6€

819,1€

Fatte le debite riflessioni sulla tabella riportata in alto, è bene stabilire un limite sotto il quale non andare, per evitare il rischio di perdere tutto in poche altre giocate.

La soglia da fissare, ovvero quanto della cassa si decide di mettere in gioco, varia a seconda di quanto c’è in essa. Secondo i miei calcoli, bisogna mettere in gioco non più del 20% di quanto si ha al momento a disposizione in cassa. Persa quella somma, non resta che chiudere quella “tornata” e cominciare daccapo.

Per esser più chiari, prendiamo dei casi a titolo d’esempio:

CASO no.1 (stima: 75% affidabilità)

A giocate da 0,1€, per perdere la “tornata” bisogna che si verifichino 8 ripetizioni alternate (c’è un margine di rischio pari a 1/4). In quel caso, l’ammontare della perdita sarà di 25,5€. Occorre fermarsi alla puntata di 12,8€.

La tornata finisce quanto si è vinto 30€ (circa 30 min. di gioco).

CASSA

100€

MAX da investire (20%)

20€

OBBIETTIVO-guadagno (+30%)

30€

CASO no.2 (stima: 80% affidabilità)

A giocate da 0,1€, per perdere la “tornata” bisogna che si verifichino 9 ripetizioni alternate (c’è ancora un certo margine di rischio). In quel caso, l’ammontare della perdita sarà di 51,1€. Occorre fermarsi alla puntata di 25,6€.

La tornata finisce anche quando si è vinto 85€ (circa 1h e 20min di gioco).

CASSA

250€

MAX da investire (20%)

50€

OBBIETTIVO-guadagno (+30%)

85€

CASO no.3 (stima: 90% affidabilità)

A giocate da 0,1€, per perdere la “tornata” bisogna che si verifichino 10 ripetizioni alternate (molto difficile). In quel caso, l’ammontare della perdita sarà di 102,3€. Occorre fermarsi alla puntata di 51,2€.

La tornata finisce anche quando si è vinto 125€ (circa 1h e 50min di gioco).

CASSA

500€

MAX da investire (20%)

100€

OBBIETTIVO-guadagno (+25%)

125€

CASO no.4 (stima: 95% affidabilità)

A giocate da 0,1€, per perdere la “tornata” bisogna che si verifichino 11 ripetizioni alternate (siamo nella fascia “Ancora Possibile”). In quel caso, l’ammontare della perdita sarà di 204,7€. Occorre fermarsi alla puntata di 102,4€.

La tornata finisce anche quando si è vinto 200€ (circa 3h di gioco).

CASSA

1000€

MAX da investire (20%)

200€

OBBIETTIVO-guadagno (+20%)

200€

CASO no.5 (stima: 98% affidabilità)

A giocate da 0,1€, per perdere la “tornata” bisogna che si verifichino 12 ripetizioni alternate (“tecnicamente” IMPOSSIBILE). In quel caso, l’ammontare della perdita sarà di 409,5€. Occorre fermarsi alla puntata di 204,7€.

La tornata finisce anche quando si è vinto 400€ (circa 6h di gioco).

CASSA

2000€

MAX da investire (20%)

400€

OBBIETTIVO-guadagno (+20%)

400€

CASO no.6 (stima: 95% affidabilità)

A giocate da 0,2€, per perdere la “tornata” bisogna che si verifichino 11 ripetizioni alternate (siamo nella fascia “Ancora Possibile”). In quel caso, l’ammontare della perdita sarà di 409,5€. Occorre fermarsi alla puntata di 204,7€.

La tornata finisce anche quando si è vinto 400€ (circa 3h di gioco).

CASSA

2000€

MAX da investire (20%)

400€

OBBIETTIVO-guadagno (+20%)

400€

CONSIDERAZIONI

Si tratta di casi non obbligati, nel senso che per ognuno di essi è possibile mettere a punto leggere modifiche. Per esempio, si guardi ai casi no.5 e no.6: si dispone della stessa cassa, la quota da mettere in gioco è la stessa così come l’obbiettivo da perseguire. L’unica differenza sta nella puntata, che nel caso no.5 è di 0,1€ e nel no.6 è di 0,2€. Questo consente al caso no.6 di perseguire l’obbiettivo di 400€ nella metà del tempo (3 ore circa anziché 6 ore), ma dall’altro ne riduce l’affidabilità di qualche punto, poiché bastano 11 ripetizioni anziché 12 per perdere la tornata.

Si prenda in esame, invece, il caso no.1. Si tratta di un sistema per cui ho calcolato una stima del 75% di affidabilità. Ciò significa che su 4 tornate, una potrebbe andar male. Quindi, facendo una stima tra eventuali possibili tornate vinte e tornate perse si ottiene che:

¼ perse

– 25,5€

Se si gioca una tornata al giorno, si possono vincere con buone probabilità 64,5€ in 4 giorni.

¾ vinte

+90€

BILANCIO

+64,5€

Per concludere, tutto dipende da quanto avete in cassa e da quanto intendete rischiare.

Ad ogni modo, io consiglio sempre di non scendere mai sotto la soglia delle 10 ripetizioni.

4. CONSIGLI DA NON SOTTOVALUTARE

Innanzitutto, la regola base se davvero si vuol vincere è NON FARSI PRENDERE DALLA FEBBRE DEL GIOCO e dalla possibilità di vincere somme alte di denaro in poco tempo. Qualora si perde una tornata, scatta una voglia di riscatto che è bene tenere a bada, altrimenti si rischia di perdere tutto in un istante (è un consiglio che continuo a ripetere anche a me stesso).

In caso di 3 vincite superiori ai 100€ da 1 a 3 giorni, evitare di giocare allo stesso casinò per una settimana. Potresti insospettire la casa di gioco, la quale si avvale di analisi statistiche sui singoli giocatori, e potrebbe decidere di sospendere il tuo conto (in ogni caso, prima della sospensione del conto ti permetteranno di prelevare i soldi vinti fino a quel momento). Di tanto in tanto, se dovessi vincere costantemente, cerca anche di perdere qualcosina, magari giocando alle slot o al poker.

Sempre in caso di vincite costanti, è bene fare qualche ulteriore versamento alla tua cassa del casino, sempre per non farti notare troppo nelle loro analisi statistiche.

Non esagerare, cerca di non vincere più di 400€ in una volta sola.

Gioca preferibilmente di sera, dopo le 18, quando ci sono molti più giocatori e diventa più difficile farsi notare.

Ogni 3 ore di gioco alla roulette cambia gioco. Questo ti mette al riparo da analisi statistiche.

Usa questa tecnica solo su internet, perché sebbene sia perfettamente legale, nei casinò veri potresti essere allontanato. Negli USA è considerata addirittura al pari di un crimine esecrabile.

Non aver fretta di prelevare. Un cospicuo fondo cassa ti garantisce maggiore affidabilità sulle giocate e in più puoi sfruttare vari bonus fedeltà.

Usa il GIOCO VELOCE per risparmiare tempo. Troverai questa modalità tra le OPZIONI. Ti consente di non sprecare tempo a guardare la pallina girare.

Per spostare denaro usa Moneybookers. L’iscrizione è gratuita. Puoi associare una carta postepay o altre carte di credito dalla quale fare versamenti e prelevare fondi. NOTA: quasi tutti i casinò non ti lasciano prelevare soldi con Moneybookers se non hai versato almeno 20€ “da” Moneybookers.

Mi sembra di non aver dimenticato nulla.

Buona roulette!

Se hai una motocicletta che abbisogna di riparazione e ti piacerebbe risolvere il problema da te, senza spendere soldi per portarla a un meccanico… o se vuoi cimentarti nello smontaggio e il rimontaggio dei vari pezzi del motore per rimetterlo in sesto… hai bisogno del manuale di riparazione o, altrimenti detto, “manuale d’officina”.

Quello che vi serve è www.manual4moto.com (ci si può arrivare anche dall’indirizzo www.manualiofficina.com)un ottimo sito di consulenza, che vi dice dove scaricare il manuale per la vostra motocicletta per soli 2,99 euro (accetta pagamenti Paypal). Al momento dell’acquisto vi verrà recapitato istantaneamente al vostro indirizzo email con cui avete pagato, il link a cui sarà possibile scaricare il manuale richiesto!

Trovate oltre 300 manuali illustrati per diverse marche di moto (Aprilia, Honda, Suzuki, Yamaha, Kawasaki, Cagiva, Ducati, ecc), non solo per la riparazione (workshop manuals), ma anche libretti di uso e manutenzione, cataloghi delle varie pari del motore (part lists), eccetera. Il sito è in italiano, inglese e spagnolo.

Veloce e affidabile! Io l’ho trovato davvero utile.

Ecco l’elenco dei mainuali a disposizione del sito:

[0001] Aprilia Amico 50 Maintenance and use manual

[0002] Aprilia Atlantic 500 Workshop manual

[0003] Aprilia Futura Workshop manual

[0004] Aprilia Leonardo 125 Maintenance and use manual (1999)

[0005] Aprilia Mojito 50 / 125 / 150 Maintenance and use manual

[0340] Aprilia Pegaso 650 Repair Manual (1995)

[0341] Aprilia Pegaso 650 Service Manual (1997)

[0006] Aprilia Pegaso 650 Workshop manual. (2005)

[0320] Aprilia Pegaso 650 942v. Manuale d’officina. Manual de taller.

[0007] Aprilia RS-125 Workshop manual. (1999-2004)

[0008] Aprilia RS-250 Workshop manual

[0342] Aprilia RST-1000 Mille Workshop Manual

[0348] Aprilia RST-1000 Mille Futura Workshop Manual

[0349] Aprilia RST-1000 Mille Futura Maintenence Book

[0347] Aprilia RST-1000 Mille Futura Part list

[0009] Aprilia RSV-1000 Mille Workshop manual. (2000)

[0344] Aprilia RSV-1000 Mille Service manual. (2002)

[0346] Aprilia RSV-1000 Mille Parts list

[0345] Aprilia RSV-1000 Mille Technical training course

[0319] Aprilia Scarabeo & Leonardo. Manuale d’officina per il motore 120s 154s. (Engine manual)

[0321] Aprilia Scarabeo 125 150. Manuale d’officina

[0010] Aprilia Sport City 125 / 200 Maintenance and use manual

[0011] Aprilia SR-50 Ditech Workshop manual

[0555] Aprilia SR-50. Manuale d’officina. Manual de taller. Workshop manual.

[0012] Aprilia Tuono 1000 Workshop / Service manual. (2006)

[0343] Aprilia V990 Workshop Manual

[0013] Baotian BT-50 Parts Manual

[0014] Baotian Scooter Service Manual

[0015] BMW C1-100 / C1-200 Workshop manual

[0016] BMW F-650-CS Workshop manual

[0017] BMW F-650-GS Workshop manual

[0323] BMW F-650-GS / GS Dakar. Manuale d’officina. Manual de taller

[0018] BMW K-1100-LT, K-1100-RS Workshop manual

[0019] BMW K-1200-LT Workshop manual

[0325] BMW R-850 GS / R (manuale d’officina)

[0020] BMW R-1100-CS Workshop manual

[0324] BMW R-1100 RT / RS / GS / R (manuale d’officina) (anno 2000)

[0021] BMW R-1150 ABS Service Manual

[0326] BMW R-1150-GS Manuale officina

[0022] BMW R-1150-GS Workshop Manual

[0327] BMW R-1150-RT Manuale d’officina

[0023] BMW R-1150-RT Workshop manual

[0024] BMW R-850-C, R-1200-C Workshop manual

[0025] Buell S1 Lightning Workshop manual. (1997)

[0026] Buell XB9 Firebolt Workshop manual. (2003)

[0027] Cagiva 900-ie GT Manuale officina. Workshop manual. (1991)

[0028] Cagiva 900-ie Manuale officina. Workshop manual. (1990)

[0029] Cagiva Canyon 600 Manuale officina. Workshop manual. (1996)

[0030] Cagiva Cocis 50 Manuale officina. Workshop manual. (1990)

[0031] Cagiva Elefant 750 Manuale d’officina. Workshop manual. (1994)

[0032] Cagiva Freccia 125 C10 / C12R Manuale officina. Workshop manual (’89)

[0033] Cagiva Freccia 125 C9 Manuale d’officina. Workshop manual. (1988)

[0034] Cagiva Gran Canyon Workshop manual. (1998)

[0035] Cagiva K3 Manuale d’officina. Workshop manual. (1991)

[0036] Cagiva K7 Manuale d’officina. Workshop manual. (1990)

[0037] Cagiva Mito 125 Manuale d’officina. Workshop manual

[0038] Cagiva Mito EV Racing Manuale d’officina. Workshop manual

[0039] Cagiva N-90 Manuale d’officina. Workshop manual. (1990)

[0359] Cagiva Navigator Workshop manual

[0040] Cagiva Planet Manuale d’officina. Workshop manual. (1997)

[0360] Cagiva Raptor 1000 – V-Raptor 1000 Werkstatthandbuch. Workshop m.

[0041] Cagiva Roadster 521 Manuale d’officina. Workshop manual. (1994)

[0042] Cagiva Supercity 125 Manuale d’officina. Workshop manual. (1991)

[0043] Cagiva T4 350 / 500 Manuale d’officina. Workshop manual. (1987)

[0044] Cagiva W-12 Manuale d’officina. Workshop manual. (1993)

[0045] Derbi 50-CC Engine Workshop Manual & Parts List

[0046] Derbi GPR-125 Racing Workshop manual

[0361] Ducati Part List and Microfiches. Lista delle componenti (Tutti i modelli, 2003)

[0047] Ducati 1098 Workshop / Service manual. (2007)

[0048] Ducati 350 Scrambler Specifications, use and manteinance (1968)

[0363] Ducati 748 / 916 Manuale officina. Workshop manual. M taller

[0362] Ducati 748-R Owner’s manual

[0365] Ducati 748 / 996 Owner’s manual (1999)

[0364] Ducati 748 / 996 Owner’s manual (2000)

[0366] Ducati 749 / 749-S Owner’s manual

[0351] Ducati 749-R Uso e manutenzione. Use and manteinance

[0049] Ducati 750 F1 Manuale d’officina. Workshop Manual

[0050] Ducati 750 Sport Manuale d’officina. Workshop Manual. (1988-1989)

[0051] Ducati 860-GTS Manuale d’officina. Workshop Manual

[0052] Ducati 888 Superbike Strada, S.P.O., S.P.5. Manuale d’officina. Workshop manual. Manual de taller.

[0053] Ducati 900-SS / 750-SS Supersport Manuale officina. Workshop Manual. (1975-1977)

[0054] Ducati 900-SS / 750-SS Supersport Manuale officina. Workshop Manual. (1991-1996)

[0055] Ducati 900-SS Supersport 900 Manuale officina. Workshop Manual. (2001)

[0056] Ducati 996 Manuale officina. Workshop Manual. (1999)

[0057] Ducati 999 / 999-R Manuale d’officina. Workshop Manual. (2004)

[0058] Ducati 999-RS Manuale d’officina. Workshop Manual. (2004)

[0059] Ducati Singles Workshop Manual (1967-1970)

[0367] Ducati Monster (tutti i modelli) Libretto uso e manutenzione (2000)

[0390] Ducati Monster (tutti i modelli) Libretto uso e manutenzione (2001)

[0375] Ducati Monster 400 Libretto uso e manutenzione (2000)

[0394] Ducati Monster S4 Libretto uso e manutenzione (2001)

[0368] Ducati Monster (for all models) Use and manteinance book (2000)

[0391] Ducati Monster (for all models) Use and manteinance book (2001)

[0376] Ducati Monster 400 Use and manteinance book (2000)

[0395] Ducati Monster S4 Use and manteinance book (2001)

[0369] Ducati Monster (puor tout les modeles) Manuel d’utilisation et d’entretien (2000)

[0392] Ducati Monster (puor tout les modeles) Manuel d’utilisation et d’entretien (2001)

[0370] Ducati Monster (for all models) Anleitungs- und Instandhaltungsheft (2000)

[0393] Ducati Monster (for all models) Anleitungs- und Instandhaltungsheft (2001)

[0060] Ducati M-900 Monster Manuale officina. Workshop manual. M de taller

[0061] Ducati Pantah 500-SL Manuale di riparazione. Workshop Manual (1979)

[0371] Ducati ST Sport-Touring (tutti i modelli) Libretto uso e manutenzione (2000)

[0396] Ducati ST Sport-Touring (tutti i modelli) Libretto uso e manutenzione (2001)

[0372] Ducati ST Sport-Touring (for all models) Use and manteinance book (2000)

[0397] Ducati ST Sport-Touring (for all models) Use and manteinance book (2001)

[0373] Ducati ST Sport-Touring (puor tout les modeles) Manuel d’utilisation et d’entretien (2000)

[0398] Ducati ST Sport-Touring (puor tout les modeles) Manuel d’utilisation et d’entretien (2001)

[0374] Ducati ST Sport-Touring (for all models) Anleitungs- und Instandhaltungsheft (2000)

[0399] Ducati ST Sport-Touring (for all models) Anleitungs- und Instandhaltungsheft (2001)

[0062] Ducati ST-2 Sport Touring 2 Manuale d’officina. Workshop Manual

[0063] Ducati ST-4 Sport Touring 4 Manuale officina. Workshop Manual. (2000)

[0377] Ducati Superbike 996-SPS Libretto uso e manutenzione (2000)

[0379] Ducati Superbike 996-SPS Use and manteinance book (2000)

[0382] Ducati Superbike 996-SPS Manuel d’utilisation et d’entretien (2000)

[0380] Ducati Superbike 996-S Use and manteinance book (2000)

[0384] Ducati Superbike 996-S Anleitungs- und Instandhaltungsheft (2000)

[0378] Ducati Superbike 748 / 996 Libretto uso e manutenzione (2000)

[0400] Ducati Superbike 748 / 996 Libretto uso e manutenzione (2001)

[0381] Ducati Superbike 748 / 996 Use and manteinance book (2000)

[0401] Ducati Superbike 748 / 996 Use and manteinance book (2001)

[0383] Ducati Superbike 748 / 996 Manuel d’utilisation et d’entretien (2000)

[0402] Ducati Superbike 748 / 996 Manuel d’utilisation et d’entretien (2001)

[0385] Ducati Superbike 748 / 996 Anleitungs- und Instandhaltungsheft (2000)

[0403] Ducati Superbike 748 / 996 Anleitungs- und Instandhaltungsheft (2001)

[0386] Ducati Supersport (tutti i modelli) Libretto uso e manutenzione (2000)

[0404] Ducati Supersport (tutti i modelli) Libretto uso e manutenzione (2001)

[0387] Ducati Supersport (all the models) Use and manteinance (2000)

[0405] Ducati Supersport (all the models) Use and manteinance (2001)

[0388] Ducati Supersport (tout les modeles) Manuel d’utilisation et d’entretien (2000)

[0406] Ducati Supersport (tout les modeles) Manuel d’utilisation et d’entretien (2001)

[0389] Ducati Supersport (all the models) Anleitungs- und Instandhaltungsheft (2000)

[0407] Ducati Supersport (all the models) Anleitungs- und Instandhaltungsheft (2001)

[0064] GasGas EC-200 / EC-250 / EC-300 Workshop manual. (2005)

[0065] Moto Guzzi 750, V7-sport, 750-s, 850-t Workshop Manual

[0066] Moto Guzzi Nevada 750 Manuale d’officina. Workshop Manual

[0067] Moto Guzzi Quota 1100 Manuale officina. Workshop Manual

[0068] Honda CB-100, CL-100, SL-100, CB-125, CD-125, SL-125 Workshop manual. (1970)

[0069] Honda CB-125, CB-160 Workshop manual. (1972)

[0070] Honda CB-250 / CB-350 CL-250 / CL-350 Workshop Manual

[0352] Honda CB-350-F CB-500-F CB-750-F (1972) Manuale officina

[0328] Honda CB-600-Fw Hornet Manuale d’officina (anno 2002)

[0071] Honda CB-900-F Hornet Workshop manual

[0072] Honda CBR-1000-F Workshop Manual. (1992-1995)

[0073] Honda CBR-1100-XX Blackbird Workshop Manual. (1999-2002)

[0074] Honda CBR-1100-XX Workshop manual. (1999-2002)

[0075] Honda CBR-250 Workshop manual. (1987-1991)

[0076] Honda CBR-250-RR Workshop manual

[0077] Honda CBR-400 Workshop manual

[0078] Honda CBR-600 F2 Workshop manual (1991-1994)

[0079] Honda CBR-600 F3 Workshop manual

[0080] Honda CBR-600 F4i Workshop manual

[0081] Honda CBR-600 FS Workshop manual

[0082] Honda CBR-600 RR Workshop manual

[0083] Honda CBR-900 RR Workshop Manual. (1996-1998)

[0084] Honda CBR-929 RR Workshop manual

[0085] Honda CBR-954 RR Workshop manual

[0086] Honda CD-175 / CB-175 / CL-175 Parts Manual

[0087] Honda CG-125 Workshop manual. (1976-1991)

[0088] Honda CL-200, CB-200 Workshop Manual

[0089] Honda CX-500 Workshop manual. (1978-1980)

[0090] Honda Hornet 600-W Workshop Manual

[0091] Honda NSR-125-F Workshop Manual. (1987)

[0092] Honda NX-250 Workshop Manual. (1989)

[0093] Honda NX-650 Workshop manual. (1988-1989)

[0329] Honda SH 125 150 Manuale officina. (2005)

[0094] Honda VF-500-C, VF-500-F Workshop manual. (1984-1985)

[0095] Honda VF-700-C Magna Workshop Manual. (1987)

[0096] Honda VF-750-C Workshop manual. (1994)

[0097] Honda VFR-400-R Workshop manual

[0098] Honda VFR-750 Workshop Manual. (1990-1996)

[0099] Honda VFR-800 Workshop manual. (1998-2001)

[0100] Honda VT-500-C Workshop Manual. (1983)

[0101] Honda VT-600-C Workshop Manual. (1988+)

[0102] Honda VT-700-C / VT-750-C Workshop Man. (1983-1985)

[0103] Honda VTR-100-F Firestorm Workshop Man. (1998-2003)

[0104] Honda VTX-1800 Workshop Manual. (2002)

[0105] Honda XL-200 Workshop Manual. (2001)

[0106] Honda XL-400-R, XL-500-R Workshop manual

[0107] Honda XL-600-R Workshop manual

[0330] Honda XL-600-V Transalp. Libretto d’uso e manutenzione

[0108] Honda XR-250-R, XR-400-R Workshop manual

[0109] Honda XR-600-R Workshop Manual

[0110] Honda XR-650-R Workshop Manual

[0111] Honda XRV-750 Africa Twin, XL-600 Transalp, XL-650-V Workshop manual. (1987-2002)

[0112] Husqvarna TE SM-610 Owners Manual

[0113] Husqvarna TE / TC SM-570 Owners Manual. (2002)

[0114] Husqvarna TE-250 / TE-400 SM-400 / SM-450 Owners Manual

[0115] Husqvarna TE-350 / 410 TE-610 / TC-610 Workshop Manual (’95)

[0116] Husqvarna WR-125 / CR-125 Owners Manual. (2002)

[0117] Hyosung F-50-B Parts Manual

[0118] Hyosung GT-125 Manual

[0119] Hyosung GT-650 Workshop manual. (2003)

[0120] Hyosung GV-650 Workshop Manual. (2005)

[0121] Hyosung RT-125 Manual

[0122] Hyosung XRX-125 Workshop manual

[0123] Italjet Dragster 125 / 180 Workshop manual

[0124] Jawa 210 Babeta Moped Workshop manual. (1988)

[0125] Jawa 350 Workshop manual. (1987)

[0126] Kawasaki ER-6F / 650 Ninja Workshop manual

[0127] Kawasaki ER-500 C5 Workshop Manual. (2004)

[0128] Kawasaki EX-250 / GPX-250 Workshop manual. (1988)

[0129] Kawasaki GPX-250-R Workshop Manual. (1987-2005)

[0130] Kawasaki GPZ-400, GPZ-550, Z-400-F, ZF-00-FII, Z-500, Z-550-F Workshop manual. (1983-1985)

[0131] Kawasaki GPZ-400, GPZ-550, Z-400-F, ZF-00-FII, Z-500, Z-550-F Workshop manual supplement. (1983-1985)

[0132] Kawasaki GPZ-900-R Workshop Manual. (1984-1990)

[0133] Kawasaki GTR-1000 Workshop Manual. (1986-2000)

[0134] Kawasaki KDX-200 Workshop manual. (1989-1994)

[0135] Kawasaki KH-250 / KH-400 Workshop Manual. (1972-1976)

[0136] Kawasaki KLE-500 Workshop manual

[0137] Kawasaki KLF-250 Workshop Manual. (2003)

[0138] Kawasaki KLR-250 Workshop manual

[0139] Kawasaki KLR-600 Workshop manual

[0140] Kawasaki KLV-1000 A1 Workshop Manual. (2004)

[0141] Kawasaki KLX650 Workshop manual

[0142] Kawasaki KR-250 Workshop Manual

[0143] Kawasaki KX-250-F Workshop manual. (2004)

[0144] Kawasaki KX-450-F Workshop Manual. (2006)

[0145] Kawasaki KZ-400 Workshop Manual. (1974)

[0146] Kawasaki Versys Workshop manual

[0147] Kawasaki VN-1500 Workshop Manual. (1987-1999)

[0148] Kawasaki VN-1600 A1 / A2 Workshop Manual. (2003)

[0149] Kawasaki VN-750 Parts and Workshop Manual

[0150] Kawasaki VN-800 Workshop Manual. (1996-2004)

[0332] Kawasaki Z-750 Manuale officina (anno 2003)

[0152] Kawasaki Z-750-S Workshop manual

[0331] Kawasaki Z-1000 Manuale d’officina

[0151] Kawasaki Z-1000 Workshop manual

[0153] Kawasaki ZL-600 Workshop Manual. (1986)

[0154] Kawasaki ZRX-1100 Workshop manual

[0155] Kawasaki ZRX-1200 Workshop manual

[0156] Kawasaki ZX10 B1 / B2 / B3 Workshop Manual. (1988-90)

[0157] Kawasaki ZX10-R Workshop manual. (2004)

[0158] Kawasaki ZX12-R Workshop manual. (2000)

[0159] Kawasaki ZX12-R ZX12200 B1/3 Workshop manual. (2003-2004)

[0160] Kawasaki ZX6-R Workshop manual. (2005)

[0161] Kawasaki ZX6-R Workshop manual. (2000-2002)

[0162] Kawasaki ZX6-RR Workshop manual. (2003-2004)

[0163] Kawasaki ZX7-R, ZX7-RR Workshop Manual. (1996-2003)

[0164] Kawasaki ZX9-R C Workshop Manual

[0165] Kawasaki ZXR-250 Workshop Manual. (1997)

[0166] Kawasaki ZZR-1100 Workshop Manual. (1993-2001)

[0167] Kawasaki ZZR-250 Workshop Manual. (1990-1996)

[0313] KTM 125 / 200 Engine Repair manual. (1999-2003)

[0309] KTM 125 / 200 SX / MXC / EXC Parts list

[0310] KTM 250 / 300 / 380 Workshop manual

[0311] KTM 250 / 525 SX / MXC / EXC Workshop manual. (2003)

[0312] KTM 350 ETX Manuale d’officina

[0173] KTM 400 / 520 SX / EXC Racing Workshop manual. (2000)

[0174] KTM 600-SX / 650-SX Engine Repair manual. (1998-2002)

[0175] KTM 950 Adventure LC8 Engine repair manual. (2003)

[0176] KTM 950 Adventure LC8 Workshop manual

[0177] KTM LC4 400 / 660 Workshop manual. (1998-2003)

[0168] Malaguti Ciak 50 E1 / E2 Workshop manual

[0169] Malaguti F-10 JetLine Workshop manual

[0170] Malaguti F-12 Phantom Workshop manual

[0171] Malaguti F-15 Firefox Workshop manual

[0172] Malaguti Yesterday Workshop manual

[0178] MV Agusta F4 Engine Service Manual

[0350] MV Agusta F4 750 Owner’s Manual

[0179] Rieju AM6 Engine Workshop manual

[0180] Suzuki 125 RG Workshop Manual

[0181] Suzuki AN-650 Burgman Workshop Manual. (2003)

[0182] Suzuki DL-1000-V Vstrom Workshop manual

[0183] Suzuki DL-650 V-Strom Parts Manual. (2004)

[0184] Suzuki DRZ-400 Workshop manual

[0185] Suzuki GN-250 Workshop Manual. (1983)

[0186] Suzuki GS-1000 Workshop manual. (1980)

[0187] Suzuki GS-250 FWS Workshop Manual. (1985-1990)

[0188] Suzuki GS-500-E Workshop manual. (1989-1997)

[0189] Suzuki GSF-1200 Bandit Parts Manual. (2001)

[0190] Suzuki GSF-1200 Bandit Workshop Manual. (1996-1997)

[0191] Suzuki GSF-600 Bandit Workshop Manual. (1999)

[0192] Suzuki GSF-400 Workshop manual. (1991-1993)

[0193] Suzuki GSR-600 Manuale d’officina

[0194] Suzuki GSX-1100 / GS-1150 Workshop manual

[0195] Suzuki GSX-1400 Workshop Manual. (2002)

[0196] Suzuki GSX-250-F Workshop manual

[0197] Suzuki GSX-400-F Workshop Manual. (1982-1983)

[0198] Suzuki GSX-750 ES Workshop Manual. (1984-1986)

[0199] Suzuki GSX-R750 K6 Workshop manual. (2006)

[0201] Suzuki GSX-R1000 K1 Workshop Manual. (2001)

[0202] Suzuki GSX-R1000 K7 Workshop manual. (2007)

[0203] Suzuki GSX-R1100 Workshop Manual. (1986-1988)

[0204] Suzuki GSX-R1100 Workshop Manual. (1989-1992)

[0205] Suzuki GSX-R1100-W Workshop manual. (1993-1998)

[0206] Suzuki GSXR-1300 Hayabusa Workshop Manual. (1999-2002)

[0207] Suzuki GSX-R600 K1 / K2 Workshop Manual. (2001-2002)

[0208] Suzuki GSX-R600 K4 Workshop Manual. (2004)

[0209] Suzuki GSX-R600 Workshop Manual. (2006)

[0210] Suzuki GSX-R600 Workshop manual. (1996-2000)

[0211] Suzuki GSX-R750 K4 Workshop Manual. (2004)

[0212] Suzuki GSXR-750 NW Workshop manual. (1992)

[0213] Suzuki GSX-R750 Workshop manual. (2000-2002)

[0214] Suzuki GSX-R750 Workshop Manual. (1993-1995)

[0215] Suzuki GSX-R750 Workshop Manual. (2000-2002)

[0216] Suzuki GV-700 GL Workshop Manual. (1984)

[0217] Suzuki RF-600 Workshop manual

[0218] Suzuki RF-900-R Workshop manual

[0219] Suzuki RG-500 Workshop Manual

[0220] Suzuki RGV-250 Workshop Manual

[0221] Suzuki RM-Z450 Workshop manual

[0222] Suzuki RV-125 Workshop Manual

[0223] Suzuki RV-50 Workshop Manual

[0224] Suzuki SV-1000 Workshop Manual K3 / K4 / K5 (2003-2005)

[0225] Suzuki SV-650 Workshop manual

[0226] Suzuki TL-1000-R Workshop manual. (1998-2002)

[0227] Suzuki VL-1500 Workshop Manual. (1998-2000)

[0228] Suzuki VX-800 Workshop Manual. (1990-1993)

[0229] Tomos Automatic 3 Workshop manual. (1988)

[0230] Triumph 1050 Speed Triple Workshop manual

[0231] Triumph 955-i Daytona Workshop manual. (2002)

[0232] Triumph Daytona 600 Workshop manual. (2003-2004)

[0233] Triumph Speed Four / TT-600 Workshop Manual

[0234] Triumph TR-25-W, TR-6-C Trophy, TR-6-R Trophy, T-120-R Bonneville, 750 Twins, TR-7-V Tiger 750, T-140-V Bonneville 750, 750 Triples, T-150 Trident, T-150-V Trident and more Workshop Manual

[0235] Vespa BV-250 Workshop manual

[0236] Vespa ET-2 / ET-4 Technical manual

[0237] Vespa ET-4 Workshop manual

[0238] Vespa GT-200 Workshop manual

[0239] Vespa GTS-250 Workshop manual

[0240] Vespa LX-150 Workshop manual

[0241] Vespa LX-50 Workshop manual

[0242] Vespa MP-3 Workshop manual

[0243] Vespa PX-150 Workshop manual

[0339] Vespa – Arcobaleno PX-125-E PX-200-E (uso e manutenzione) / PX-125-E PX-150-E PX-200-E (manuale d’officina) / PX-125-E PX-150-E PX-200-E (variante al manuale d’officina) / VESPA ET-4 150 (manuale d’officina, anno 1999)

[0244] Yamaha Aerox YQ-50 / YQ-50-L Workshop manual. (1996-2006)

[0245] Yamaha BW Workshop manual

[0246] Yamaha FJ-600 / FZ-600 / XJ-600 / YX-600 Workshop Manual. (1984-1992)

[0247] Yamaha FJR-1300 Workshop Manual. (2001)

[0248] Yamaha FZ-6 SS Workshop manual. (2004)

[0249] Yamaha FZR-1000 Parts List. (1993)

[0250] Yamaha FZR-400 Workshop manual

[0251] Yamaha FZS-1000 Workshop manual. (2001)

[0252] Yamaha FZS-600 Workshop manual. (2000)

[0253] Yamaha FZS-600 Workshop manual. (2002)

[0254] Yamaha FZS-600 Workshop manual. (1998)

[0255] Yamaha FZS-1000 Parts List. (2001)

[0256] Yamaha Jog CS-50/Z Workshop manual. (2002)

[0257] Yamaha Neo 50 Workshop Manual. (2002)

[0258] Yamaha RD-350 YPVS Workshop Manual. (1984-1986)

[0259] Yamaha RD-350-LC Parts List. (1986)

[0260] Yamaha RD-350-LC Parts Manual. (1982)

[0261] Yamaha RD-500-LC Parts List. (1985)

[0262] Yamaha SR-250 Workshop Manual

[0263] Yamaha Super Tenere XTZ-750 Workshop Manual

[0264] Yamaha SZR 660 Workshop manual. (1995)

[0265] Yamaha TDM 850 Workshop manual. (1996)

[0266] Yamaha TDM 850 Workshop manual. (1997)

[0200] Yamaha TDM 850 Workshop manual. (1999)

[0267] Yamaha TDM 900 Workshop Manual. (2002-2004)

[0268] Yamaha TRX-850 Workshop Manual. (1996)

[0269] Yamaha TT-350-S Workshop Manual. (1985)

[0270] Yamaha TT-600-RE Workshop Manual. (2004)

[0271] Yamaha TTR-250-L Workshop Manual. (1999)

[0272] Yamaha TW-200 Workshop & Owners Manual.

[0273] Yamaha TZR-250 Workshop Manual. (1987)

[0274] Yamaha V-Max 1200 Workshop manual

[0275] Yamaha WR-250 Owners Service Guide

[0276] Yamaha WR-450-FR Owners Service Manual. (2003)

[0277] Yamaha XJ-550-RH Workshop manual

[0278] Yamaha XJ-650 / 750 Workshop Manual. (1980-1984)

[0279] Yamaha XJ-900 Workshop Manual. (1995)

[0308] Yamaha XJR 1300 Workshop manual. (2002)

[0280] Yamaha XJR 1300 Workshop manual. (1999)

[0337] Yamaha XP-500 N (Manuale d’officina, 2001)

[0281] Yamaha XS-360 / 400 Workshop Manual. (1976-1982)

[0282] Yamaha XS-650 Parts List. (1970-1979)

[0283] Yamaha XS-650 Workshop Manual. (1974-1980)

[0284] Yamaha XT-500 Workshop manual

[0285] Yamaha XT-660-R / X-660-X Workshop manual. (2004)

[0286] Yamaha XV-16 Road-Star Workshop Manual. (1998)

[0287] Yamaha XV-250 Workshop manual

[0288] Yamaha XVS-1100 Drag-Star Workshop Manual. (1999)

[0289] Yamaha XVS-650 Drag-Star Workshop Manual. (1997)

[0290] Yamaha YBR-125 ED Manuale d’officina. (2005)

[0334] Yamaha YP-125-D / YP-150-D Majesty (Manuale d’officina, 2001)

[0291] Yamaha YP-125 / YP-150 Majesty Skyliner Workshop manual. (2001)

[0335] Yamaha YP-250 Majesty (Manuale officina)

[0292] Yamaha YP-250 5-GM Majesty Workshop Manual. (2000)

[0293] Yamaha YP-250 5-SJ Majesty Workshop manual. (2002)

[0294] Yamaha YP-250 Majesty Workshop Man. (1995-1999)

[0336] Yamaha YP-400-S Majesty (Manuale d’officina, 2004)

[0295] Yamaha YP-400-S 5-RU Majesty Workshop Manual. (2004)

[0296] Yamaha YW-50 AP Workshop Manual. (2001)

[0297] Yamaha YW-50 AT Workshop Manual. (2001)

[0338] Yamaha YZF-R1 – S (anno 2002) YZF-R1 – P (anno 2004). Manuale officina.

[0298] Yamaha YZF-R1 Workshop manual. (1998)

[0299] Yamaha YZF-R1 Workshop manual. (2000)

[0300] Yamaha YZF-R1 Workshop manual. (2002)

[0301] Yamaha YZF-R1 Workshop manual. (2004)

[0302] Yamaha YZF-R1 Workshop manual. (2007)

[0303] Yamaha YZF-R6 Workshop manual. (2003)

[0304] Yamaha YZF-R6 Workshop manual. (1999-2002)

[0305] Yamaha YZF-1000 Thunderace Workshop manual

[0306] Yamaha YZF-600 Thunderace Workshop manual. (1996)

[0307] Yamaha YZF-600 RJ Workshop manual

[0353] Benelli TNT Tornado-Tre 1130. Use and manteinance

[0354] Benelli TNT Tornado-Tre 1130. Manual usuario

[0355] Benelli Tornado Naked Tre 1130 – Tornado Naked Tre Sport Caf� 1130 Racer – Titanium (Owner’s manual)

[0356] Benelli Tornado Tre Novecento 900. Owner’s manual

[0357] Benelli Tornado Tre Novecento 900 RS. Owner’s manual

[0358] Benelli Trek 1130 – Trek 1130 Amazonas. Owner’s manual

[0314] Moto Morini 125, 250, 350, 500 Workshop Manual. (1973-79)

[0333] Piaggio Beverly BV 250 FL (Manuale d’officina, 2005)

[0315] Fantic 200 Workshop Manual

[0316] Moto Morini Special Workshop Manual

[0317] Royal Enfield O.H.V G, J, J2 Models. Workshop Manual

[0318] Sachs XTC-125 Workshop Manual

Nuovomondo di Crialese è la favola epica di una famiglia di siciliani emigranti, raccontata reinventando una storia, quella dell’esodo d’inizio Novecento, riconducibile a un passato neanche troppo distante che spesso siamo portati a non ricordare.
Motivato dal desiderio di cambiare terra e vita, Salvatore affronta un viaggio che si costituisce come un’esperienza autonoma, inedita, fantastica, condivisa con migliaia di suoi conterranei, verghiani “poveri diavoli”, parte viva di un’Italia alla ricerca di riscatto.
L’umanità vitale e la speranza condivisa si traducono in un’aspettativa fantastica – in contrasto con il disincanto e la consapevolezza cosmopolita dell’enigmatica Luce – destinata a franare rovinosamente nell’attimo in cui impatta con l’“incomprensibile” pragmatismo made in USA, che si annuncia ai nuovi arrivati sotto forma di test d’intelligenza, il cui superamento è requisito indispensabile per l’ammissione al Nuovomondo. La mancanza di arguzia e senso pratico sono come una malattia contagiosa che rischia di trasmettersi geneticamente di padre in figlio, curiosa teoria che lascia pensare a una declinazione assai edulcorata dell’eugenetica nazista.
Ma sarebbe sbagliato impantanarsi in questo tipo di speculazioni, perché il film non sottende messaggi politici e non nasconde insidie ideologiche, trascende ogni sorta di portato demagogico o retorico e non cede a facili ammiccamenti.
Crialese va oltre, e con il suo tocco leggero ed elegante disegna immagini che, prescindendo dalla vicenda, si costituiscono entità autonome di grande valore estetico (una scena su tutte, quella del distacco della nave dal porto).
Questo film è anche allegoria dell’abbondanza del Nuovomondo, che si traduce nell’immaginario di Salvatore sottoforma di visioni oniriche che descrivono fiumi di latte e ortaggi di dimensioni gigantesche (il ricorso a questa simbologia è più che motivato dal fatto che il latte e la carota, piuttosto che l’oro o il denaro, assurgono al valore di bene primario per un uomo abituato a trarre sostentamento dall’allevamento del bestiame e dalla coltura della terra).

A Crialese non servono i prodigi della tecnica o il ricorso a effetti spettacolari per raccontare la sua storia. Nuovomondo è puro piacere della narrazione, una narrazione gentile che trae linfa vitale dal realismo di Visconti, la visionarietà di Fellini e l’epicità di Tornatore, senza però mai scadere nella banalità, nel folclore o nella “macchietta”. Con questo piccolo capolavoro il giovane cineasta mette in luce le sue abilità registiche e dimostra di aver saputo fare tesoro delle lezioni dei grandi maestri.

Pasquale Vitiello

Streamingcalcio.comNasce per l’ennesima volta un portale dove è possibile seguire eventi spotivi (calcio, basket, ecc.) gratuitamente sul Pc. Basta solo una connessione ad internet, preferibilimente ADSL. Come è ovvio, questo portale arrecherà molte noie alle TV che detengono i diritti di questi eventi, pertanto la sua vita è legata a un filo piuttosto esile. Ma finché dura…

Streamingcalcio.com si propone come sito di informazione sugli eventi sportivi trasmessi in streaming su internet. Sarà possibile guardare sul Pc molte partite del campionato di calcio italiano di serie A, ma anche partite dei campionati stranieri e numerosi altri eventi sportivi come la NBA.

La Tv di streamingcalcio.com offre inoltre videohighlights, videonews e mini-documentari sul calcio e sui campioni più forti della storia. Previste inoltre delle trasmissioni live per interagire con gli utenti della community!

Ci chiediamo soltanto: quanto durera?